Samsung, l’impero coreano a gestione familiare

postato in: Attualità | 0

Come molte aziende dell’hi-tech, la storia di Samsung parte da lontano e da un settore che non c’entra nulla con la tecnologia. È il primo marzo 1938 quando il facoltoso Byung-Chull Lee fonda la Samsung Sanghoe, un distributore di generi alimentari a Taegu, nella Corea del Sud. Ora l’azienda è leader (per il sesto anno consecutivo) nel settore dei beni di consumo. Dopo l’attacco di cuore che ha colpito nel weekend il presidente Lee Kun-hee, figlio del fondatore, è partita la caccia all’erede dell’impero familiare. In pole-position il figlio di Kun-hee, Lee Jay-yong. (testi di Alessio Lana).

La cosa sorprendete, è l’origine del brand e la capacità, nonché possibilità, di sviluppo che in quel paese il fondatore è riuscito ad avere. Sembra una storia tipicamente americana legata al sogno che gli States hanno coltivato nella recente storia; invece parliamo della Corea del Sud. Ma in mezzo tra l’estremo oriente e l’estremo occidente non vi è, per caso, la culla della civiltà? La nostra Europa? Sarebbe stato possibile qualcosa del genere? A mia memoria, non ricordo casi simili!

www.corriere.it

Lascia un commento